Panizza vince ma è vice campione italiano XCO

Invertito l'ordine di arrivo

Appuntamento in Valle d'Aosta, precisamente nella località sciistica di Pila, per la edizione 2018 dei campionati italiani Cross country.

Tra i Master 1 il nostro Riccardo Panizza era il campione uscente ed era annunciato come il grande favorito per la riconferma di quella maglia tricolore indossata con merito negli ultimi 365 giorni. 

La gara che si sviluppava su 5 giri ha visto un finale con "giallo". Panizza ha infatti condotto sempre in testa ma probabilmente per via dell'altura non è riuscito a guadagnare un vantaggio significativo sul ligure Piras. La vittoria si è quindi giocata in volata con Panizza che negli ultimi 800m era sempre in testa ed ha controllato il rientrante Piras, tagliando per primo il traguardo. Purtroppo un contatto involontario a pochi metri dal traguardo è stato giudicato scorretto dai giudici che hanno cosi invertito l'ordine di arrivo, assegnando la vittoria "a tavolino" al ligure Piras.

Amarezza in seno al team Comobike Merida per una decisione giudicata abbastanza frettolosa e comunicata anche peggio dai mezzi di informazione, come il web magazine Pianeta Mtb.

Il presidente Simone Frontini ha voluto in particolare precisare: "Siamo comunque soddisfatti per l'argento. Comunque ci tengo a sottolineare che in volata la stessa viene comandata da chi sta davanti e Panizza lo era. Ricky in particolare non ha chiuso sulle transenne Piras e soprattutto nè Panizza, nè tantomeno i suoi dirigenti hanno mai cambiato idea davanti ai giudici, rimanendo fermi sulle loro posizioni e mostrando anche le foto scattate a testimonianza di quanto successo"

Archiviato l'argento di Panizza, sempre tra i Master 1 chiude appena fuori dalla Top10 Federico Spinelli, autore di una gara regolare ma viziata e rallentata da alcuni errori in discesa sul duro tracciato di Pila. 

Top10 anche nei Master 2 con Luca Benvenuti che nonostante una brutta botta rimediata sabato in fase di ricognizione del tracciato, ha stretto i denti e "portato a casa" come si suol dire un buon risultato.

Soddisfazioni infine anche per i piu' giovani con Lorenzo Bernasconi che negli Elitesport da spettacolo su di un tracciato super tecnico e a lui congeniale e chiude al 9. posto. Partito con un dorsale molto alto è autore di un ottimo recupero e una buona gara anche Ivan Dipaolantonio che chiude al 31. posto.

Il prossimo week end è già tempo di rivincite e nuove sfide con Riccardo Panizza che andrä a caccia della maglia di campione europeo Master XC in Austria a Graz. Sul fronte delle Marathon invece Daniele Mossini e Matteo Mucci saranno al via della Alta Valtellina Bike Marathon che propone uno spettacolare tracciato di 100km con 3300m di dislivello.